Come ti possiamo aiutare?

Scuola Primaria

In questa fase scolastica il bambino si sperimenta continuamente in nuove attività che gli consentono di  arricchire la percezione di sé e di riconoscersi come una persona capace e degna di stima. L’orientamento in questo momento evolutivo, porta in sé potenzialmente grandi possibilità di apertura, di sviluppo e di autorealizzazione per il fanciullo. Il servizio di orientamento e di consulenza psicologica ed educativa che proponiamo è finalizzato a favorire la maturazione dell’identità del bambino e l’individuazione di abilità e competenze cognitive, affettive e sociali e alla rilevazione di precoci difficoltà di apprendimento e disagi socio-affettivi.

La valenza pedagogica è rafforzata dall’importanza data alla centralità del bambino e alla valorizzazione della rete educativa costituita dall’apporto che i diversi educatori danno, secondo il loro specifico ruolo. L’attività orientativa e di consulenza psicopedagogica si rivolge primariamente ai bambini che ne rappresentano i principali protagonisti.

L’incontro con i bambini avviene in quattro momenti nel corso dell’anno scolastico. Ogni presenza comporta lo svolgimento di diverse attività psicoeducative durante l’intera mattinata.

La prima giornata prevede l’osservazione sistematica degli alunni all’interno della classe al fine di raccogliere informazioni utili sul mondo interno del bambino, sui suoi rapporti con le persone significative, sulla qualità di integrazione personale e sociale raggiunta, sulla sua capacità di collaborare, sulla presenza di disarmonie sotto il profilo fisico, emotivo e intellettivo, ecc.

Successivamente, verranno applicate alcune prove proiettive, di intelligenza tenendo conto dell’età cronologica dei bambini, questionari osservativi e prove per l’identificazione precoce delle difficoltà di apprendimento.

I risultati ottenuti attraverso l’osservazione sistematica (svolta anche mediante la collaborazione degli insegnanti e dei genitori attraverso appositi questionari) e i test, permetteranno di stabilire dei profili individuali di personalità che verranno comunicati ai genitori e agli insegnanti attraverso degli incontri, conformemente alla specificità dei rispettivi ruoli, al fine di strutturare degli interventi educativi mirati.

Sono previsti incontri formativi destinati ai genitori (su richiesta della scuola) che hanno il preciso scopo di far conoscere a quest’ultimi le problematiche psicopedagogiche connesse alla seconda infanzia.